Orangerie inglesi: piccoli paradisi dentro casa.

Fin dai tempi più antichi conquiste ed esplorazioni hanno portato in Europa, tra i molti prodotti esotici, anche piante affascinanti e sconosciute e nel '500 la curiosità e l'interesse per la botanica si diffusero a tal punto da influenzare notevolmente l'architettura dei giardini e delle dimore storiche, che si arricchirono di edifici e costruzioni particolari adibiti alla protezione delle piante durante le stagioni fredde.
Nel tempo le semplici ma eleganti strutture in muratura, legno, ferro e vetro si evolvono, insieme al disegno dei giardini (formali o paesaggistici) per consentire la coltura di agrumi rarissimi o di delicate piante esotiche.

Nell'Ottocento infine diventano anche prolungamenti dei salotti alla moda della borghesia e segnano puntualmente i progressi tecnologici annunciati dalle esposizioni universali.
In Inghilterra ho avuto modo di visitare molte abitazioni con questo tipo di strutture, quasi tutti gli inglesi con un giardino ne hanno una e vengono sfruttate come veri e propri salotti, aree relax, sale giochi per bambini o anche come parti integranti della zona giorno-pranzo.
Le ho trovate estremamente affascinanti...nonché utilissime per un buon comfort interno, infatti in inverno fungono da accumulatori di calore contribuendo ad innalzare la temperatura interna e in estate possono essere oppurtunamente schermate con tendaggi.
Guardate le foto che ho fatto a casa di una signora..casa e giardino spettacolari!






Il giardino 






E di seguito qualche esempio di altri tipi di  orangerie.









Nessun commento:

Posta un commento